Il 2020 della Bmr si apre con la sfida domenicale col Bologna Basket 2016

Inizio d’anno tosto per una Bmr Basket 2000 che non può certo rilassarsi. Al PalaRegnani, per la terza sfida casalinga di fila che apre il girone di ritorno, è sfida ad alta quota col Bologna Basket 2016, terza forza del torneo, che proverà a strappare la terza vittoria consecutiva sul campo degli uomini di Tassinari, secondi. Germani e compagni, però, arrivano alla ripresa da quattro vittorie di seguito e hanno cercato di lavorare al meglio durante le festività per cercare di continuare sulla strada intrapresa, consci di come – per evitare di incorrere in sgraditi passaggi a vuoto – non si possa mai abbassare la guardia. A confortare, al di là del momento di certo positivo, sono i numeri, specialmente quelli casalinghi: davanti al pubblico amico, infatti, i bianco-rosso-blu sono 6-1 e, al di là dei 79,7 punti segnati, concedono molto poco agli avversari, solo 65,4 punti di media. Un particolare non di poco conto nella sfida odierna, dal momento che il quintetto ospite (3-3 in trasferta) viaggia ad oltre 80, concedendone però quasi 79.  Riuscire a difendere forte, in modo collettivo, sui tanti atleti di valore in forza al Bologna Basket 2016 può essere la chiave per poi scatenarsi in attacco, mettendo così un altro mattone nella strada che porta al definitivo salto di qualità. La Bmr non si pone limiti e vuole continuare nel proprio percorso di crescita, conscia che questo si costruisca allenamento dopo allenamento, partita dopo partita, salita dopo salita.

L’avversario

Passata attraverso il cambio in panchina dicembrino, con Flavio Rota che ha preso il posto dell’esonerato Matteo Lolli, il Bologna Basket 2016 arriva in terra reggiana da terza forza del torneo e con un roster costruito per stazionare stabilmente nei piani alti della graduatoria. Tanti gli atleti con punti nelle mani, su tutti l’ala Luca Fontecchio, 202 cm d’altezza: il 29enne scuola Virtus, alla seconda stagione nel club, viaggia a 16,2 punti ad allacciata di scarpe. E’ sotto le plance che i felsinei possono far male, potendo contare anche sull’ex Virtus Imola Jacopo Aglio (10,6) e sul roccioso Vyacheslav Zhytaryuk (8,1), 32enne arrivato all’ombra delle due torri dopo le esperienze a Faenza, Lugo ed Imola. Sugli esterni, invece, i pericoli vengono dal 27enne Alessandro Nucci (12,3), anch’egli prelevato da Imola, e dal 30enne Gabriele Fin (11,2). Non manca l’ex di giornata, Andrea Graziani, che lo scorso anno militò in maglia Bmr e che oggi viaggia a 8,8 punti di media. Il match d’andata vide Scandiano imporsi con una clamorosa rimonta nel finale, che le valse il 76-73 finale.