La sfida domenicale con Medicina apre il mese di Novembre della Bmr

Pokerissimo nel mirino per la Bmr, che torna sul parquet di casa domani alle 18 dopo la bella vittoria di Anzola. I bianco-rosso-blu sono in fiducia, come dimostrano le quattro vittorie nelle prime cinque giornate di regular season, che valgono loro il secondo posto nel girone in coabitazione con l’Olimpia Castel San Pietro alle spalle del Fiorenzuola 1972, unico ancora imbattuta. Per trarre giudizi definitivi è ancora molto presto, ma dalla sfida odierna con la Virtus Medicina è lecito attendersi conferme: il nuovo corso targato Tassinari è stato ben assorbito da un gruppo nuovo e con ancora tanti margini di crescita, che però ha già dato conferme anche con avversari di livello. Proseguire il proprio cammino casalingo rimanendo imbattuti può rappresentare una ulteriore iniezione di morale in vista del prossimo futuro, contribuendo a dare certezze ad un gruppo che sta inserendo, gara dopo gara, un Luca Bertolini ancora non al meglio e che sta viaggiando forte sull’asse Germani-Sakalas, mattatori dell’ultima sfida con 60 punti sugli 84 totali. Sarebbe però ingeneroso fare solo un paio di nomi: questa Bmr ha bisogno del contributo di tutti, in particolare nella metà campo difensiva, per poi sprigionare tutto il proprio potenziale in attacco. Medicina non arriva certo al PalaRegnani da vittima sacrificale, per cui non andrà sottovalutata, anche perchè tra i bolognesi ci sono almeno cinque elementi con tanti punti nelle mani.

L’avversario – La Virtus Medicina si presenta in terra reggiana con un record positivo (3-2), frutto dell’ultimo successo interno contro Molinella, rimontata grazie ad un parziale di 31-15 dopo aver a lungo inseguito. Nel quintetto allenato da coach Curti il punto di riferimento è in cabina di regia ed è rappresentato da Michele Poluzzi: l’ex Bologna Basket 2016, infatti, è il migliore realizzatore dei suoi con 13,8 punti, affiancato nel ruolo da Lorenzo Curione, altro elemento in doppia cifra a 10 punti di media. Passando allo spot di guardia, menzione d’obbligo per il 29enne Stefano Casagrade (12,2), alla seconda stagione nel club giallo-nero, ed il volto nuovo Giovanni Allodi, classe 1996, arrivato in estate dalla Salus Bologna ed autore finora di 11,8 punti ad allacciata di scarpe. Sotto canestro, oltre agli 11,2 punti di Matteo Polverelli, è importante l’esperienza di Daniele Casadei: il numero 34 bolognese, 38 primavere alle spalle, è arrivato a Medicina dopo un biennio ad Imola e sfiora la doppia cifra con 9,8 punti. Tra gli altri atleti impiegati c’è il 20enne Luca Galassi, completano le rotazioni Leonardo Agriesti e Pietro Dall’Osso.