Presentata a Scandiano la nuova Bmr

Nella splendida location della sede di via Aldo Moro della Croce Rossa di Scandiano, la nuova Bmr Basket 2000 si è presentata a tifosi ed appassionati, poche ore prima di debuttare in serie C Gold contro il Bologna Basket 2016. “Come diceva Henry Ford – ha esordito Paolo Sassi, main sponsor dei bianco-rosso-blu con Bmr – mettersi insieme è un primo passo, rimanere insieme è un progresso, lavorare insieme è un successo. Sono contento del ritorno di alcuni giocatori e ringrazio in particolare capitan Germani, che ormai da tempo è con noi”. Il presidente del Basket 2000, Giorgio Bertani, si è soffermato sui tre campionati di serie B: “E’ stata una esperienza magnifica, dove ci siamo confrontati con realtà importanti e con il girone più impegnativo dell’intera categoria. La retrocessione è arrivata con due maledette sconfitte nel finale della regular season e, a dir la verità, ci sarebbe stata la possibilità del ripescaggio: economicamente, grazie al sostegno dei nostri sponsor, non sarebbe stato un problema, ma per competere a certi livelli serve una società strutturata e abbiamo pensato di continuare a crescere, passo dopo passo. Oggi iniziamo con una gara difficile un torneo dopo puntiamo ad arrivare tra le prime, sono felice che in questa squadra ci sia nuovamente tanta “reggianità”. Presenti anche le autorità, dall’ex sindaco Alessio Mammi al nuovo eletto Mattia Nasciuti: “La sede della Croce Rossa è un simbolo della nostra città, così come lo è il basket. Oggi vedo qui rappresentati volontariato, sport ed imprese: davvero un sincero in bocca al lupo per questa stagione” il pensiero di Mammi. Gli fa seguito Nasciuti: “Ripartire, nello sport, è una cosa da fare ogni giorno. Anche noi, ringraziando Alessio (Mammi – ndr) per questi 10 anni, lo abbiamo fatto in città. Alla squadra dico che Scandiano è con voi e vi accompagna, vi auguro di iniziare al meglio già oggi il vostro torneo”. Al ds Alberto Gazza il compito di parlare di mercato (“Abbiamo costruito una squadra tenendo conto della già citata “reggianità”, inserendo giocatori nuovi e atleti già visti con la nostra maglia in passato”. Da ultimo coach Tassinari: “Ogni giocatore è stato scelto di comune accordo con la società e abbiamo puntato molto sulla motivazione di ciascuno. Al termine del precampionato dico che siamo al punto dove volevamo essere: vogliamo fare un campionato di vertice, poi sarà come sempre il campo a parlare”.