Domani si chiude la regular season: al PalaRegnani arriva Lecco (20,30)

Quaranta minuti per decidere il futuro. Quaranta minuti per capire se sarà salvezza diretta o se sarà necessario passare attraverso il “purgatorio” dei playout. Quaranta minuti per capire se la stagione finisce qui o se di minuti ne serviranno altri, almeno centoventi (i playout, infatti, si giocheranno al meglio delle cinque gare). Il primo obiettivo? Battere Lecco, avanti due punti in classifica, e conquistare quantomeno la quintultima piazza della graduatoria, agganciando i lombardi in classifica e scavalcandoli in virtù del 2-0 negli scontri diretti. E poi? Orecchio alle radioline, come si faceva una volta, oppure uno sguardo al netcasting sul sito della Lega Pallacanestro, sperando in buone notizie dal Pala Arti Grafiche di Ozzano, dove la Sinermatic non deve vincere contro i Rucker San Vendemiano. Una condizione, quest’ultima, non facile da verificarsi, dal momento che le motivazioni dei bolognesi sembrano essere decisamente maggiori rispetto ai pur ostici veneti, ma – come spesso abbiamo ripetuto in questa stagione – prima si guarda in casa propria e poi ci si concentra sugli altri: ad una settimana dalla bella vittoria di Olginate, contro un avversario reduce da sei vittorie consecutive, occorre fare il bis per garantirsi quantomeno la miglior posizione possibile nella griglia dei playout. Poi, c’è poco da fare, quando il destino non è totalmente in mano tua l’unica cosa da fare è sperare. A testa alta, dunque, per l’ultima gara di regular season della stagione, in attesa di saperne di più circa il proprio futuro.

L’avversario

Due ko di fila, cinque nelle ultime sei partite, hanno fatto scivolare Lecco nelle zone torbide della classifica, costringendolo a giocarsi la salvezza diretta all’ultima giornata, peraltro in campo avverso. E’ il playmaker Michael Teghini l’uomo più pericoloso della formazione di coach Antonio Paternoster: il classe 1992, infatti, viaggia a 11 punti di media, bottino tale da renderlo il più prolifico dei suoi, cui abbina 3,2 assist. Sempre nel reparto esterni si ferma a 9 punti, ma in soli 19’ di impiego medio, la guardia Roberto Marinello, classe 1991, mentre la guardia Federico Di Prampero viaggia a 7,7 punti e 2,8 assist. L’ala classe 1996 Alberto Cacace è il secondo giocatore in doppia cifra dei suoi con 10,2 punti e ben 6,8 rimbalzi; nel reparto lunghi spicca il centro classe 1997 Luca Rattalino (9 punti e 5,1 rimbalzi), che fu il più prolifico dei suoi con 16 punti nel ko per 74-66 della Gimar nella gara d’andata contro la Bmr. Altri atleti degni di menzione, sempre nell’area pitturata, sono il classe 1988 Luigi Brunetti, centro da 7,9 punti e 5,6 rimbalzi, oltre all’oriundo Juan Manuel Caceres, atleta che tocca i due metri e che realizza 7,7 punti ad allacciata di scarpe. Completano le rotazioni della squadra altri due giocatori: la guardia Mattia Molteni, classe 1996, con 6,5 punti di media, oltre alla guardia/ala Riccardo Chinellato, classe 2000, che si ferma a 5,3 punti.

Il programma della 30^ e ultima giornata, quindicesima di ritorno:

20/04/2019 20:30 Juvi Cremona 1952 Ferraroni-Agribertocchi Orzinuovi

20/04/2019 20:30 Sinermatic Ozzano-Rucker Sanve San Vendemiano

20/04/2019 20:30 Pallacanestro Crema-Rimadesio Desio

20/04/2019 20:30 Antenore Energia Virtus Padova-Amadori Tigers Cesena

20/04/2019 20:30 Rekico Faenza-Lissone Interni Bernareggio

20/04/2019 20:30 Super Flavor Milano-Gordon Nuova Pall. Olginate

20/04/2019 20:30 Bmr Basket 2000-Gimar Basket Lecco

20/04/2019 20:30 Orva Lugo-Tramarossa Vicenza

Classifica: Agribertocchi Orzinuovi 42, Amadori Tigers Cesena 40, Super Flavor Milano 38, Rekico Faenza 38, Antenore Energia Virtus Padova 36, Juvi Cremona 1952 Ferraroni 34, Rucker Sanve San Vendemiano 32, Lissone Interni Bernareggio 30, Tramarossa Vicenza 30, Gordon Nuova Pall. Olginate 28, Sinermatic Ozzano 26, Gimar Basket Lecco 26, Bmr Basket 2000 24, Pallacanestro Crema 16, Orva Lugo 14, Rimadesio Desio 10.