Al PalaRegnani non basta una Bmr generosa: Milano si impone 72-59

BMR BASKET 2000 SCANDIANO-SUPER FLAVOR MILANO 59-72

BASKET 2000 SCANDIANO: Graziani, Zampogna 2, Farabegoli 4, Mastrangelo 10, Gatto 12, Marchetti 12, Caiti ne, Germani 8, Crusca 3, Garofoli ne, Bertocco 8, Piccinini ne. All. Eliantonio R.

URANIA BASKET MILANO: Simoncelli 15, Piunti 8, Perez 18, Albique ne, Paleari 6, Scroccaro ne, Scanzi 14, Eliantonio G. 6, Toffali, Piatti ne, Negri 5, Sedazzari ne. All. Villa.

Arbitri: Di Gennaro di Roma e Coraggio di Frosinone.

Note: parziali 12-19, 33-33, 52-54.

Niente da fare per la Bmr Basket 2000 nel match casalingo con l’Urania Milano, che sbanca il PalaRegnani grazie ad un allungo nel quarto periodo. Inizio complicato per i padroni di casa, che dopo 5’ sono sotto 2-11 (7 punti di Scanzi) con 1/10 al tiro; Marchetti suona la carica e guida i compagni ad un break di 5-0 che li riporta in scia, ma dall’altra parte è Simoncelli a firmare il 12-19 con cui termina il primo quarto. Nel secondo periodo la Bmr prima si riavvicina poi scivola di nuovo a -9, con capitan Germani costretto in panchina dopo il terzo fallo; brava la squadra di Riccardo Eliantonio a non disunirsi e, con Marchetti e Bertocco, a tornare a quattro lunghezze di distacco a poco più di 2’ dall’intervallo. Il gioco da tre punti di Gatto vale il -1, poi Bertocco dagli 8 metri firma il primo vantaggio interno chiudendo un 10-0 di parziale che vale il 33-31, prima che Simoncelli impatti a meno di 2” dalla sirena di metà gara. La ripresa si apre col consueto “tira e molla”: Milano prova a fuggire sfruttando anche un tecnico a Bertocco, ma 5 punti di Mastrangelo riportano nuovamente la Bmr in scia, poi Marchetti e Gatto puniscono gli avversari dall’arco per il 48 pari a poco meno di 3’30” dalla sirena del 30’. Si riparte per gli ultimi 10’ sul 52-54, con i due canestri consecutivi di Perez e quello di Piunti che valgono il 8 ospite, prima che Perez scaldi ancora la retina dai 6,75 per il 52-63. Partita finita? No, Germani e Mastrangelo guidano la riscossa per il 57-63 del 35’; Scanzi, però, riporta i suoi a distanza con la tripla del 57-68, sulla successiva azione Marchetti perde palla e Giacomo Eliantonio punisce col 57-70 a poco più di 1’ dalla fine.