Domani l’ultimo match del 2018: al PalaRegnani arriva Olginate

L’ultimo match dell’anno solare è quello dei propositi per il futuro, prendendo spunto dai primi mesi di campionato e traendone insegnamenti per la seconda parte di stagione, decisiva per le sorti di ogni squadra. La Bmr ci arriva con negli occhi e nel cuore la splendida impresa di domenica scorsa contro i Tigers Cesena, sconfitti al PalaRegnani dopo 35’ di basket di altissimo livello da parte dei ragazzi di coach Eliantonio, che hanno sofferto nel finale al cospetto di un avversario costruito con un obiettivo ben diverso rispetto al loro, ma hanno poi portato a casa due punti preziosi, per la classifica e per il morale. Occhio, però, alle insidie della sfida di domani (ore 18), quella con Olginate, dove debutterà l’ultimo arrivato Marchetti: dopo aver battuto la capolista, infatti, il rischio è quello di sentirsi “arrivati”, di dare qualcosa per scontato, come se il più fosse già stato fatto. Niente di più sbagliato: il tabellone, in ogni partita, parte da 0-0 e poco conta il recente passato. Certo, la Bmr è in crescita e deve continuare sulla propria strada, lavorando duro in palestra ogni giorno per migliorare: il match odierno è importante anche in chiave classifica, seppur i giochi siano ancora molto incerti, perchè Olginate è una diretta rivale in zona playout e batterla, oltre a lanciare un segnale alle altre avversarie, permetterebbe di tentare di avvicinare la zona salvezza. Il 2019 sarà l’anno in cui andare a caccia di una nuova impresa, quella di mantenere per la terza volta la categoria, ma questo traguardo si costruisce ogni giorno, partita dopo partita.

L’avversario

Olginate è reduce da quella che probabilmente è la miglior prestazione della sua stagione, con un netto 94-68 rifilato in casa ad Ozzano; il Tallone d’Achille dei lombardi sembra essere quello delle gare esterne, come dimostra il ruolino fin qui rimediato (1 vittoria e 6 ko, di cui 5 di fila). Il giocatore più prolifico è Alessandro Marra, ex Matera, arrivato a metà novembre: il classe 1996, in grado di ricoprire tutti i ruoli dal play all’ala piccola, viaggia a 14,8 punti e 4,8 rimbalzi di media. Il reparto esterni può fare poi affidamento su un terzetto affidabile, col play Federico De Bettin, classe 1994, che colleziona 12,5 punti e 3,3 assist; accanto a lui il coetaneo Lorenzo Bartoli (10,2 punti) e l’esperto Matteo Marinò, classe 1985, che si ferma a 7,1. Nel reparto lunghi sono due gli atleti di riferimento: il 32enne centro Marco Tagliabue (11,1 punti e 5,7 rimbalzi) e l’ala Edoardo Caversazio, miglior rimbalzista della squadra a quota 7,4, cui aggiunge 11,1 punti. A completare il roster, dopo la partenza di Fabio Delvecchio, i vari Fabio Bugatti (3,4), Danilo Errera (2,1) e Mirko Carella (1,8). L’ultimo precedente tra le due squadre è dolce per i colori scandianesi: dopo 40’ di vera battaglia, lo scorso aprile, la Bmr battè 78-75 Olginate in casa e conquistò la salvezza diretta dopo una lunga rincorsa.

Il programma di giornata (14^ turno)

29/12/2018 19:00 Juvi Cremona 1952 Ferraroni-Lissone Interni Bernareggio
29/12/2018 20:30 Sinermatic Ozzano-Amadori Tigers Cesena
29/12/2018 20:30 Orva Lugo-Rimadesio Desio
29/12/2018 20:45 Super Flavor Milano-Tramarossa Vicenza
30/12/2018 18:00 Gimar Basket Lecco-Rekico Faenza
30/12/2018 18:00 Antenore Energia Virtus Padova-Agribertocchi Orzinuovi
30/12/2018 18:00 Pallacanestro Crema-Rucker Sanve San Vendemiano
30/12/2018 18:00 Bmr Basket 2000-Gordon Nuova Pall. Olginate

Classifica: Rekico Faenza 22, Amadori Tigers Cesena 20, Super Flavor Milano 16, Antenore Energia Virtus Padova 16, Agribertocchi Orzinuovi 16, Sinermatic Ozzano 16, Tramarossa Vicenza 14, Juvi Cremona 1952 Ferraroni 14, Lissone Interni Bernareggio 14, Rucker Sanve San Vendemiano 14, Gimar Basket Lecco 14, Gordon Nuova Pall. Olginate 8, Bmr Basket 2000 8, Pallacanestro Crema 6, Rimadesio Desio 6, Orva Lugo 4.