Bmr a caccia del primo successo interno stagionale: domani alle 18 arriva Lugo

Qual è il rischio più grande dopo un’impresa come quella di Milano, arrivata peraltro con il pronostico sfavorevole e contro un avversario, l’Urania, costruito per ben altri obiettivi? Facile, molto facile. Quello di rilassarsi. Quello di prendere un attimo di fiato dopo un periodo vissuto in trincea e senza grandi soddisfazioni dal punto di vista dei risultati, quando in molti erano già pronti a celebrare il “funerale” sportivo della squadra. Quello di perdere di vista il proprio obiettivo, che oggi non è tanto quello di guardare la classifica, bensì lottare su ogni pallone con la grinta e l’intensità messa in mostra sabato scorso e continuare a giocare ogni 40’ da qui alla fine come se fossero la decisiva “bella” dell’ultimo turno dei playout. Per questo motivo la sfida interna con Lugo, di scena domani (ore 18) al PalaRegnani, è di quelle fondamentale sia in chiave presente che per il futuro: non tanto, o meglio, non solo per mettere quattro lunghezze tra se stessi e l’ultima piazza, quanto per capire a che punto è la strada che porta alla crescita, alla maturità ed all’affermazione ddel gruppo bianco-rosso-blu. Germani e compagni sono chiamati ad andare a caccia della seconda vittoria di fila, cosa mai avvenuta in questa stagione, contro un avversario che potrebbe sembrare abbordabile ma che in realtà nasconde molteplici insidie. Obiettivo continuità, dunque, convinti che ogni squadra che arriverà in terra reggiana dovrà sudare le proverbiali sette camicie affrontando i nostri beniamini.

L’avversario

Avversario giovane, questo Lugo, attualmente fanalino di coda del girone con un solo successo all’attivo, ottenuto tre giornate fa in casa contro la Gordon Olginate. Vengono dal pacchetto esterno i pericoli maggiori per la Bmr: il giocatore più prolifico è il play/guardia classe 1996 Antonio Brighi, visto a San Miniato, Senigallia e S.Elpidio, che viaggia a 11,5 punti di media. A 11,3 c’è la guardia classe 1996 Matteo Galassi, che colleziona anche 4,2 rimbalzi e 2,4 assist, mentre si ferma a 10,2 Matteo Seravalli, il più esperto del roster bianco-verde dall’alto dei suoi 27 anni d’età, giocatore più impiegato con quasi 27’ sul parquet. Età media molto verde anche sotto canestro: si va dal classe 1999 Alberto Bedin (7,4) al parietà Tommaso Rossi (6,8), non dimenticando i classe 1996 Simone Lucarelli (6,7) e Jonas Bracci (6), quest’ultimo “torre” dei suoi con 203 cm d’altezza. Completano le rotazioni l’ala/centro Dario Farabegoli (6), l’esterno Giacomo Leardini ed il play Iacopo De Marchi. I precedenti dello scorso anno sono in altalena: successo indiscusso per i romagnoli sul campo di casa, con un 93-57 che non lascia spazio a discussioni; rivincita Bmr al PalaRegnani, con un 94-60 che rischia addirittura di rovesciare la differenza canestri. Nelle fila di Lugo, nell’occasione, 12 punti di Gatto, oggi ex di turno.

Il programma (11^ giornata): 

08/12/2018 18:00 Juvi Cremona 1952 Ferraroni-Super Flavor Milano

08/12/2018 19:00 Antenore Energia Virtus Padova-Rucker Sanve San Vendemiano

09/12/2018 18:00 Agribertocchi Orzinuovi-Gimar Basket Lecco

09/12/2018 18:00 Tramarossa Vicenza-Amadori Tigers Cesena

09/12/2018 18:00 Rekico Faenza-Sinermatic Ozzano

09/12/2018 18:00 Gordon Nuova Pall. Olginate-Pallacanestro Crema

09/12/2018 18:00 Bmr Basket 2000-Orva Lugo

09/12/2018 18:00 Rimadesio Desio-Lissone Interni Bernareggio

 

Classifica: Rekico Faenza 18, Amadori Tigers Cesena 16, Agribertocchi Orzinuovi 14, Sinermatic Ozzano 14, Super Flavor Milano 12, Antenore Energia Virtus Padova 12, Rucker Sanve San Vendemiano 12, Juvi Cremona 1952 Ferraroni 10, Lissone Interni Bernareggio 10, Gimar Basket Lecco 10, Tramarossa Vicenza 10, Pallacanestro Crema 6, Rimadesio Desio 6, Gordon Nuova Pall. Olginate 4, Bmr Basket 2000 4, Orva Lugo 2.